Navigation

Ciao, mi chiamo 
Bint, JAMES BINT...
con licenza di friggere!

Sua Altezza Reale il Principe Laurent del Belgio ha nominato James Bint Ambasciatore della cultura fritkot belga all'estero.

La cultura fritkot (negozi di frittura) è stata riconosciuta patrimonio immateriale, orale e culturale dalla comunità fiamminga, la Federazione Vallonia-Bruxelles, la comunità germanofona del Belgio e la Regione di Bruxelles-Capitale.

In occasione di un evento ufficiale, in presenza dei Ministri della coltura e dell’agricoltura di queste regioni, tenutosi nell’Atomium di Bruxelles il 20 luglio 2017, Sua Altezza Reale il Principe Laurent del Belgio ha nominato Mr. James Bint Ambasciatore delle vere patatine fritte belghe all'estero.

Sono orgoglioso di poter fungere da ambasciatore delle vere patatine fritte belghe. Del resto, in nessun altro paese al mondo le patatine fritte a bastoncino giallo oro fanno parte della cultura popolare come in Belgio.

Come forse saprai, in questo piccolo paese attorno alla capitale europea Bruxelles si parlano tre lingue (olandese, francese e tedesco), ma la lingua delle croccanti patatine è uguale dovunque. Non si tratta tanto del fatto che, in ogni comunità, è in corso una procedura per il riconoscimento della "cultura delle friggitorie" come "patrimonio culturale immateriale". Da nessun'altra parte le patatine fritte avvicinano persone di tutti i ceti e condizioni tanto quanto in questo paese, con i suoi 11 milioni di abitanti.

Il sapore delle patatine fritte è determinato dalla varietà di patate (bintje rimane straordinariamente popolare, ma esistono anche altre specie che ampliano l'assortimento di lunghezza, colore o gusto), dal metodo di cottura (olio vegetale o  grasso bovino "Blanc de bœuf") e, naturalmente, anche il ricco assortimento di salse per fritture assicura una grande varietà.

Le patatine fritte belghe sono sinonimo di festa per tutti i belgi, grandi e piccoli, ed è un onore per me poter trasmettere questo messaggio al mondo intero. Già ora il Belgio è il massimo esportatore di patatine fritte surgelate al mondo.

Dopo una consultazione popolare, i belgi hanno deciso di condividere il proprio segreto con tutti gli altri cittadini del mondo. Per assicurare anche alle generazioni future le patatine fritte belghe è stato elaborato un progetto a favore della sostenibilità intitolato "Assieme per una crescita sostenibile".

Io, James Bint, assicurerò che questo squisito prodotto del paese dei fritti possa portare al mondo intero un'esperienza di festa anche negli anni a venire. "Buon appetito!"

Video 8 passi per raggiungere il paradiso
Ambasciatore

La figura per eccellenza per rappresentare le patatine fritte belghe come struttura del tutto a cupola. Ricordando nel nome la varietà Bintje, James Bint è quasi letteralmente l'insegna del settore delle patate. Un prestigioso ambasciatore per i nostri bastoncini dorati.

Belgio

Una città, un comune o persino un paesino belga contribuisce spesso con più di una frittura all'identità dei fritti belgi. Dall'inizio dell'anno, la cultura belga delle‘"friggitorie" è riconosciuta come patrimonio culturale immateriale.

Patatine fritte

Il sapore e il profumo delle patatine fritte belghe soni davvero unici, proprio come quelli delle friggitorie dove vengono cotte. Il Belgio dispone della perizia per preparare le migliori patatine fritte: le abbiamo nel DNA!

Get social with us: